Notizie flash

Furti in azienda: il ladro spesso è un dipendente

corruzione ridottoSono aumentati i furti e le frodi aziendali perpetrate dai dipendenti, complice la crisi economica da un lato e il ridotto controllo delle aziende dall’altro. Il trend, sostengono gli esperti, è destinato ad aumentare a meno che i vertici delle aziende non implementino pratiche di controllo più severe.

Leggi tutto...

Con la crisi aumentano rapine in casa, furti e scippi

ladro casa ridottoFurti in casa, rapine e usura: il 2012 è stato un anno di crisi anche per i reati. Sono diminuiti, fortunatamente, gli omicidi e le violenze sessuali. Nei primi sei mesi del 2012 le rapine nelle case sono state 1.677, contro le 1.333 dello stesso periodo del 2011.

Leggi tutto...

Telefono azzurro: abusi sui minori triplicati dal 2006

maltrattamento bambini ridottoLa trascuratezza della famiglia è la causa principale. Spetta ai familiari vigilare e dare l'allarme, anche attraverso l'ausilio di professionisti in grado di rilevare casi ben nascosti. Il dossier 2012 sull'Emergenza infanzia: in media ora arrivano 4 richieste d'aiuto al giorno.

Leggi tutto...

Lavoro: Cassazione, far spiare i dipendenti si può

corruzione 2 ridottoRispettando dei limiti precisi i datori di lavoro possono ingaggiare un investigatore privato per spiare i propri dipendenti sospettati di trafugare o rubare. Lo stabilisce una sentenza della Cassazione secondo cui "un imprenditore può indagare un proprio sottoposto nel nome del legittimo sospetto e al fine di tutelare il patrimonio aziendale.

Leggi tutto...

Corna: una donna su cinque lo capisce subito, lui no

tradimentoPer amore, per una dipendenza economica o per il timore di lasciare i loro figli senza un padre, molte donne sono disposte a chiudere un occhio sull’infedeltà del proprio marito, ma se il tradimento diventa di pubblico dominio 8 donne su 10 non perdonano.

Leggi tutto...

Cassazione, danni “da corna”: Risarcire chi è tradito

tradimento 15 ridottoLa Cassazione dà il via libera ai ‘danni da corna’ e stabilisce che, in caso di tradimento, non basta assegnare l’addebito al coniuge fedifrago. Questi dovrà anche rifondere i danni all’altro perché “il desiderio di libertà e felicità” cercato all’esterno “comporta la disgregazione della famiglia” passibile di danni.

Leggi tutto...

Domande? Ti chiamiamo noi!

Inserisci i tuoi dati